Mi sono laureata nel 2005 presso la Libera Università degli studi di Urbino con tesi "Le resistenze psichiche nella sessualità dell'adolescente" con voto 110/110. Ho proseguito con il tirocinio post laurea per un anno presso la casa di cura Psichiatrica Villa dei Pini di Firenze alternando tra il centro Co.D.A (Coordinamento Disturbi Alimentari) e reparto psichiatrico. L'interesse per i disturbi alimentari mi ha portato a far parte dell'associazione l'Equilibrista di Arezzo con la quale ho svolto attività di collaborazione con il Centro Auryn di Agazzi (Struttura residenziale e semi-residenziale per il trattamento dei disturbi alimentari). Mi sono specializzata in psicoterapia Self Analitica Bioenergetica per lo studio e la cura dei disturbi di personalità presso la SMIAB di Roma (Società Medica Italiana di Self Analisi Bioenergetica) approfondendo il tirocinio presso la Casa di Cura Psichiatrica Villa dei Pini di Firenze e presso il Ceis di Arezzo per il trattamento delle tossicodipendenze rimanendo qui come educatore per quattro anni.

 

La formazione psicoterapica che possiedo si fonda sulla teoria dell'attaccamento, teoria delle relazioni oggettuali e gli studi di terapia corporea di Willem Reich ed Alexander Lowen. Ho proseguito la mia formazione presso istituti italiani pubblici e privati per il trattamento integrato dei disturbi psichiatrici e della personalità avviando una collaborazione dal 2007 al 2013 con l'associazione Villaggio Globale di Bagni di Lucca partecipando come docente al master in "Psicosomatica PNEI" rivolto a medici e psicologi. Attraverso l'istituto ho partecipato come relatore ai convegni di psicosomatica organizzati in collaborazione con la ASL 2 di Fornaci di Barga.

 

Per la cura della sintomatologia dell'adulto sto approfondendo l'orientamento psicoanalitico lacaniano presso l'Istituto Irpa di Milano, l'Istituto Freudiano ma soprattutto attraverso l'associazione Jonas Firenze centro di studio, ricerca e cura dei sintomi contemporanei. All'interno dell'associazione c'è il lavoro di equipe sia per ciò che riguarda l'analisi dei casi sia per la formazione continua.

 

Lo studio e la cura dell'infanzia e dell'adolescenza sono approfonditi sia attraverso supervisioni e corsi di formazione ad orientamento lacaniano e attraverso il modello Tavistok. Faccio inoltre parte dell'equipe dell'associazione Girotondo Intorno al Sogno di Arezzo che si occupa del disagio infantile e adolescenziale.

 

La contemporaneità ha poi stimolato quattro percorsi professionali: la scuola, le migrazioni , il carcere e la bioetica.

Dal 2011 al 2016 ho lavorato presso le scuole casentinesi con progetti rivolti alla prevenzione dei disturbi alimentari, il bullismo e l'integrazione culturale. Nella scuola di Strada in Casentino ho svolto lo sportello psicologico rivolto agli studenti. Attualmente organizzo corsi di formazione per insegnanti caratterizzati dall'osservazione psicoanalitica del campo scolastico e dalla supervisione di casi complessi.

Per ciò che concerne il tema migratorio ho collaborato dal 2017 a fine 2018 con due associazioni del territorio casentinese nell'accoglienza migranti offrendo attività di supporto psicologico agli operatori e ai richiedenti asilo che attività di supervisione dei casi complessi.

Per quanto riguarda il contesto carcerario al momento attuale porto avanti il progetto "Come a casa" che si occupa della costruzione dell'incontro simbolico tra genitore detenuto e figlio. L'equipe operativa è formata da una collega psicoterapeuta, un musicoterapeuta, un operatore pet-therapy, un avvocato e un professore di Filosofia della cura.  Il progetto è portato avanti all'interno dell'associazione Girotondo Intorno al Sogno e al momento attuale ha costruito un protocollo di intesa con il PRAP Toscana-Umbria. Sempre in ambito penitenziario è attivo uno sportello di supporto psicologico telefonico in collaborazione con l'Osservatorio violenza e suicidio di cui sono membro. Lo sportello psicologico è rivolto alla Polizia Penitenziaria che, attraverso il protocollo di intesa con il DAP (Dipartimento Amministrazione Penitenziaria) è stato esteso a tutte le carceri italiane.

Per ciò che  concerne la bioetica mi sono formata presso la fondazione Stensen di Firenze in Bioetica, biodiritto e biopolitica in una società plurale entrando in rapporto con diversi professionisti che fanno parte dell'istituto Toscano di Bioetica. Oltre allo studio continuo organizzo seminari in Casentino inerenti temi di Bioetica.